Follow by Email

22 gen 2008

Shame on you, Mr. Mastella - Part 2

L'ha fatto.

Svicolatosi dal Governo, Mastella ha deciso di portare con se i Filistei nel baratro.

Con la moglie e e grossi esponenti dell'UDEUR in Campania sotto inchiesta, turbato dalla mancata "amicizia" manifestata dal PD (solamente perché diversi parlamentari del partito di Veltroni si sono rifiutati di rendergli il dovuto lecchinaggio a Porta a Porta di Vespa), preoccupato per il dibattito su una legge elettorale che rischia di tagliarlo fuori dai giochi (e di non contare quindi più un cazzo, com'è giusto che sia, col suo miserello 2%), Mastella ha finito con lo sfiduciare il mandato di Prodi.

Dimenticando, però, che Prodi ci fa la figura del grandissimo statista. Abituato a giostrarsi in una coalizione spesso in stato confusionale, ottimo leader nonostante tranelli, incespicamenti e passi falsi, Prodi invece di rassegnare subito le dimissioni al Presidente della Repubblica, si rivolge al Parlamento con un nobile discorso e decide di giocarsi il tutto per tutto in una sublime "Sfida all'OK Corrall".
Mossa geniale: se gli va bene, Prodi si prende una rivincita epocale e annienta definitivamente la palla piombata di Mastella. Se gli va male, il Presidente del Consiglio non finisce affossato ma deflagra in un Ragnarok luminosissimo che verrà ricordato nella storia.


Pessima figura, comunque, continuano a farla un po' tutti i partiti della Sinistra, dai mortiferi PD ai bizzosi e arteriosclerotici esponenti di Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista e Verdi.

Bellissima figura (a sorpresa), invece, per il figlio minore di Mastella: un ragazzo dignitosissimo che risponde con signorilità e fermezza alla provocazione idiota (non censurabile - quello mai - ma IDIOTA) di un inviato di quel programma pseudo-progressista che è Le Iene.

4 commenti:

Davide ha detto...

solamente perché diversi parlamentari del partito di Veltroni si sono rifiutati di rendergli il dovuto lecchinaggio a Porta a Porta di Vespa
nicoletti mentre andavi a scuola?


ps la provocazione di sortino quale è stata?

Anonimo ha detto...

La Iena si è presentato davanti al figlio di Mastella con una busta piena di arance.

AlexDinox

Davide ha detto...

hum... e lui gli ha detto se per caso l'essere figlio di suo padre l'aveva aiutato a fare il giornalista, esatto?

Anonimo ha detto...

Oui,

ma a quel punto Sortino si doveva aspettare qualsiasi tipo di risposta. E se la doveva pure tenere.

Se vai a investigare e a interrogare, a certe risposte puoi controbbattere.
Se vai a provocare, la controprovocazione è legittima.

Per quresto Le Iene spesso si rivela essere un pessimo programma.

AlexDinox